Kategorija: ITALIANO Page 1 of 2

Danas je to jež, a što će biti sutra?

Mislim da je to bilo u ljeto 2017. Moguće je da sam tu priču već negdje spomenula/napisala, ali sad izlazi na površinu bolnije nego onda kad se dogodila.

Read More

Zašto biraš biti ljubomorna kuja?

Da mogu vratiti novac koji sam u gimnaziji potrošila na instrukcije iz matematike, sad bih imala za jedno lijepo putovanje. Ali, ne mogu, položila sam sve i maturirala. Utvaram si da je tako bolje za mene.

Read More

Se ti desidera, ti contatterà

Ci sono giorni in cui mi sento la persona più sola al mondo. Mi consolo dicendo che è normale, perché ci devono essere anche momenti così. È allora che apprezzi quegli istanti in cui sei circondata dalle persone che ami e rispetti.

Read More

Hasta l’amore siempre!

Ho rinunciato. Per l’ennesima volta ho deciso di recedere dalle cose che
un tempo mi rendevano felice. A dire il vero, non sono cose, sono momenti, sensazioni, sorrisi, movimenti… Semplicemente mi sono detta che non mi andava più, di non „crederci“ fosse per me, perché la delusione era sempre puntuale.

Read More

Per sempre Perla

Mi piace guardare dei film che m’inducono a pensare. Film che fanno venire la pelle d’oca, che ti fanno scendere la lacrimuccia, per i quali s’accende un lumicino sopra la testa: se tutto ciò accade significa che non è stato tempo perso. No, non è che non guardo movie “stupidi”, accade, dopo due o più ore investite, m’impegno di non ritrovarmi alla fine, con un bell’interrogativo: “Ma ne avevo proprio bisogno, ne valeva la pena?” oppure “Se ne sono andate due ore che nessuno mi renderà?”.

Read More

Durare nella fugacità del tempo

Sono tante le cose di fronte a cui non posso restare indifferente. All’ingiustizia, alla malattia, a determinate regole, alla moda, a persone o certi tipi di lavoro… Nonostante tutto, con grande sforzo, riesco ad accettarli perché capisco (sarà una questione legata all’età) di non poter cambiare proprio tutto il mondo.

Read More

Diritto alla vita, la mia vita

Non ricordo di essere stata così male, per il genere al quale appartengo, osservando nei giorni scorsi le vicende delle donne polacche impegnate nella lotta in difesa del proprio corpo; seguendo le dichiarazioni e le tesi di “questi o quelli”, pro o contro che siano. Sì, dirà qualcuno, siamo ancora lontano da quei livelli, ma non è così, la cosa ci riguarda molto più da vicino di quanto possa sembrare di primo acchito. La paura di impotenza è presente anche senza che il diritto all’aborto venga abolito. L’evolversi della situazione nella società, nei media e sui social, mi ha ispirato a parlarne con una cara amica che ha vissuto in prima persona quell’esperienza che nessuna donna o ragazza auspica di dover passare. Qualche giorno fa, noi due…:

Read More

Page 1 of 2

Powered by WordPress & Theme by Anders Norén